Il Modello Somain

I risultati del progetto hanno posto una attenzione particolare alle innovazioni che potranno fornire al sistema della nautica toscana una distintiva componente di offerta da cui trarre uno specifico vantaggio competitivo.

Tale profilo di offerta è rivolto a soddisfare, con standard di eccellenza, quel segmento della domanda che segnala un spostamento dell’interesse dalla qualità e affidabilità di singoli ed isolati interventi di assistenza ad una formula di service che in modo organizzato potrà essere assicurata ad un’unità da diporto durante il suo intero ciclo di vita. Una prospettiva finalizzata a garantire ad essa, attraverso periodici up-dating tecnologici, crescenti requisiti di eco-sostenibilità che contribuiscano a conservarne il valore di mercato. Questo segmento, pur costituendo al momento una componente di nicchia, potrà svolgere una funzione di frontiera per promuovere una diffusione delle sue soluzioni innovative all’interno del più ampio sistema di offerta toscano sul mercato internazionale del service nautico.

La finalità strategiche che hanno guidato il progetto Somain si sono rivolte, secondo tale impostazione, a ricercare le modalità con cui si sviluppano processi e sistemi tecnologici che possano meglio supportare la tracciabilità delle unità da diporto durante il loro ciclo di vita ed ad assicurare una ampia trasferibilità delle soluzioni elaborate grazie all’impiego di un avanzato framework tecnologico web based elaborato dal progetto.

L’approccio innovativo proposto dal progetto Somain è finalizzato a rispondere a tali esigenze favorendo l’adozione di un sistema integrato di gestione del ciclo di vita delle navi da diporto (dalla progettazione, alla scelta dei materiali, alla navigazione, fino allo smantellamento, passando per le attività di service ed all’integrazione degli “attori” che vi operano).

loghi