Mission


Il progetto Somain va valutato, oltreché per le specifiche soluzioni proposte, considerando gli spunti che esso potrà offrire ad una riflessione più ampia in corso sul profilo delle policies e dei modelli di governance dei trend generali di sviluppo dell’innovazione per il sistema della nautica toscana.
Gli indirizzi che ne hanno guidato le linee di indirizzo sono stati ricavati e sviluppati dall’analisi, a contatto con le imprese, delle peculiarità produttive di un settore rivolto in grande prevalenza a soddisfare specifiche nicchie di un mercato sempre più incerto e globalizzato. Un mercato in cui si delinea una domanda differenziata di prodotti e servizi associata a una forte spinta al ribasso dei prezzi. In questo mercato è particolarmente importante acquisire vantaggi competitivi attraverso un impegno innovativo fatto di continui affinamenti e modifiche dei processi e dei prodotti, di padronanza dei materiali e del design.

La chiave critica di tali innovazioni è la velocità con cui esse possono essere prodotte e metabolizzate in un ambiente produttivo che non le rende facilmente codificabili, incorporabili o trasferibili per rispondere efficacemente alle esigenze del mercato..
L’approccio diffusion-oriented di specifici processi innovativi, adottato dal progetto Somain, si inquadra in questa prospettiva strategica esprimendo in particolare la finalità di estendere l’impiego dell’economia della conoscenza all’interno del sistema di relazioni che caratterizza l’ identità manifatturiera del distretto.
Il concetto di innovazione che il progetto Somain ha cercato di affermare non si rivolge all’affermazione di singole soluzioni innovative ma piuttosto allo sviluppo delle capacità di knowledge sharing attraverso le quali diffondere l’impiego delle tante innovazioni che possono essere condivise con logiche di rete e accelerarne gli effetti sul mercato. L’innovazione non è soltanto la messa a punto di una soluzione ma la sua condivisione cognitiva. Un processo innovativo di carattere sistemico che richiede investimenti in conoscenza, in formazione, nei modelli negoziali ed organizzativi fra le imprese basati su reti fisiche e virtuali capaci di orientare in modo condiviso i comportamenti che rendono l’innovazione operante, tempestiva ed efficace.

Il progetto Somain, collocato in questa prospettiva, è stato sviluppato con un approccio knowledge based nel quale il tema della filiera cognitiva connesso alla creazione e moltiplicazione della conoscenza, è stato affrontato utilizzando le funzionalità di una piattaforma progettata per la produzione delle conoscenze e per supportare la loro propagazione attraverso la tracciabilità e la riproducibilità di specifiche informazioni e protocolli comportamentali. Secondo tale impostazione, sono state messe a punto le modalità con cui assicurare una ampia trasferibilità delle soluzioni elaborate grazie all’impiego di un avanzato framework tecnologico web based nel quale il sistema “barca” traccia se stesso rendendo al contempo riconoscibile ed associabile ad esso il sistema delle imprese che partecipa alla gestione del suo ciclo di vita.

Il progetto Somain si colloca in tal modo all’interno di una strategia che prevede lo sviluppo di un distretto regionale della nautica le cui componenti (cantieri di produzione, cantieri di refitting, sub-fornitura, portualità e service nautico) richiedono una crescente capacità di condivisione delle conoscenze che possono avere un ruolo strategico per i propri specifici sviluppi, supportata da un un bridging infrastrutturale tra i territori che compongono il sistema regionale.
Un distretto regionale knowledge based aperto alla valorizzazione dei punti di forza dei diversi territori integrando ed aggiornando con gli strumenti dell’economia della conoscenza i vantaggi della prossimità geografica che per molto tempo hanno costituito il fattore decisivo della genesi e dello sviluppo dello storico distretto industriale viareggino.

loghi